logo
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aliquam erat volutpat. Ut wisi enim ad minim veniam, quis nostrud exerci tation.
banner
About      Faq       Contact     Shop

#forexbreakfast 9 giugno 2020

Prosegue la fase di rally sulle piazze azionarie del mondo ma con alcuni elementi che sembrano andare in controtendenza. Ieri si è assistito a forti acquisti di yen giapponesi, performance miste sugli asset più rischiosi e vendite sul petrolio.

Dopo un iniziale fase di allungo a seguito della decisione dell’OPEC+, il petrolio torna a calare questa mattina. Il WTI scambia sotto i 38 $/barile in ribasso dai massimi a 40.40 $/barile di inizio settimana.

Ieri la Federal Reserve ha ampliato il suo programma di prestiti per allargando la platea per le piccole e medie imprese (Main Street Landing). La banca centrale ha abbassato le soglie di accesso e aumentato la dimensione massima del prestito aumentando la durata di ciascuna opzione da quattro a cinque anni. Inoltre è stato prorogato il periodo di rimborso di due anni ed è stato aumentata la partecipazione della FED al 95% per tutti i prestiti. La mossa della Fed è arrivata ieri prima della prossima riunione politica monetaria mercoledì.

Sul fronte BCE proseguono gli acquisti del programma PSPP in aumento di quasi 10 miliardi di euro, mentre l’ammontare del programma PEPP si attesta a circa 26 miliardi a settimana.

 

Mercati

Chiusura nuovamente positiva per Wall Street che vede un rally senza fine. L’indice S&P500 chiude a +1.20% e il DOW Jones a +1.70%.

In Asia la sessione vede risultati contrastanti. L’indice Nikkei della borsa di Tokyo chiude a -0.38% per effetto del rafforzamento dello yen ieri. Positive invece Shanghai a +0.55% e Hong Kong a +1.87%. Il NASDAQ torna in prossimità dei massimi storici a 9924 punti in rialzo del 1.14%.

Questa mattina l’apertura in Europa vede risultati timidi. Il DAX di Francoforte scambia in prossimità della parità a +0.02%. Il CAC40 di Parigi a +0.23% e il FTSE MIB a -0.12%. Londra vede il FTSE100 in ribasso dello 0.33%.

 

Forex

La giornata di ieri è stata caratterizzata da un generalizzato apprezzamento dello yen giapponese. Oggi tornano gli acquisti sul biglietto verde.

 

EURUSD

Il rapporto tra moneta unica e biglietto verde vede la prosecuzione della fase di arretramento iniziata in conclusione di settimana. Oggi a spingere ulteriormente al ribasso la moneta unica è stato il dato tedesco sulla bilancia commerciale. Il surplus del paese passa a 3.5 miliardi di euro il dato più bassi da diversi anni. Il cambio principale quota 1.1260 in avvio di sessione europea trascinato anche dal recupero del biglietto verde.

 

USDJPY

Ieri si è assistito ad un forte apprezzamento dello yen giapponese di oltre un punto percentuale contro tutte le principali valute. Il cambio USDJPY è passato in poche ore da quota 109.20 fino ad arrivare a 107.90 dove scambia in avvio di sessione europea.

 

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.