logo
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aliquam erat volutpat. Ut wisi enim ad minim veniam, quis nostrud exerci tation.
banner
About      Faq       Contact     Shop

#forexbreakfast focus forex

La settimana passata è stata caratterizzata dal ritorno della forza del dollaro sulla scia del calo degli asset più rischiosi. Il dollar index è tornato ai livelli di luglio, mentre EurUsd è sceso sotto quota 1,17, in parte grazie ai deludenti indici manufatturieri europei. Indici in calo soprattutto a causa dell’aumento dei contagi nella zona euro.

All’unanimità diversi membri della Fed e della BCE hanno affermato la continuazione delle politiche accomodanti e con l’allargamento in caso di bisogno.

Torno a salire la sterlina grazie alle parole del governatore delle BoE Bailey. Ha infatti allontanato la prospettiva dei tassi negativi.

Penalizzate le valute emergenti, soprattutto Rand sudafricano e Peso messicano. In Messico la banca centrale ha ridotto i tassi di 25 punti base mentre in Turchia la Banca centrale turca è stata costretta al rialzo del tasso di riferimento di 200 punti base arrivato al 10,25%. La causa di questo brusco aumento è stato il voler dare un segnale ai mercati soprattutto per cercare di arrestare il deprezzamento della valuta domestica, anche se il deprezzamento non si è arrestato. Le tensioni tra Armenia e Azerbaigian ne hanno causato il deprezzamento sia verso l’euro sia verso il dollaro.

 

Eur/Usd

Peggiore performance per la moneta unica da inizio aprile. Il cambio ha chiuso poco sotto quota 1,17.

Il trend rialzista sembra aver perso forza, anche se rimane possibile un rimbalzo nei prossimi giorni.

Il supporto da monitorare rimane a quota 1,16, il successivo a quota 1,1429. Al rialzo invece la resistenza monitorare è quella posta a quota 1,1780.

 

Eur/GBP

Seconda settimana di fila in calo per il cambio con la sterlina.

Da monitorare quota 0,9047 successivamente quota 0,9150. Rimane lontano il massimo del 2020 a 0,95.

 

Eur/JpY

Terza settimana consecutiva in calo per il cambio con la moneta nipponica.

A ribasso il supporto da monitorare è posto a quota 122,32, successivamente a quota 120,70. A rialzo invece la resistenza da monitorare è posta a quota 124.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.