logo
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aliquam erat volutpat. Ut wisi enim ad minim veniam, quis nostrud exerci tation.
banner
About      Faq       Contact     Shop

#forexbreakfast focus commodity

Chiude ancora in calo l’indice Bloomberg commodity -1,25%, per la seconda settimana consecutiva. Pesa il crollo del settore energetico a causa dei timori della domanda in seguito all’aumento dei contagi in Europa e negli Stati Uniti, insieme all’aumento dell’offerta da parte di alcuni dei paesi OPEC+.

Il settore energetico ha chiuso con un calo del 9,5%, registrando la peggiore performance della settimana e la sua peggiore dallo scorso aprile.  La produzione in Libia la scorsa settimana ha raggiunto i 300.000 b/g rispetto i 70.000 b/g di inizio settembre. A seguire la Libia è stata anche la Russia che ha aumentato la propria produzione mentre le esportazioni dell’Arabia Saudita sono salite di 500.000 b/g.

Torna a salire invece il settore di metalli preziosi +2,6% grazie soprattutto alla debolezza del dollaro e al calo dei tassi reali statunitensi. Il migliore della settimana è stato l’argento +4%.

In rialzo anche il settore agricolo +1,9%, trainato soprattutto dal grano +5,3% e dal mais +4% dopo il report pubblicato dall’USDA che evidenziava scorte minori delle attese.

Crollo invece del caffè -4,1% sulla scia delle vendite che hanno interessato il real brasialiano.

Chiusura in parità per i metalli preziosi +0,1% grazie principalmente al rame che è tornato a salire grazie ai timori di scioperi in Cile.

 

Brent

Settimana in calo per il Brent che è sceso sotto la soglia dei 40$/b andando a toccare i 38,8$/b.

Gli oscillatori settimanali segnalano la perdita di forza del trend rialzista. È lecito aspettarsi un calo ulteriore della quotazione. I primi livelli da osservare sono posti a 37,85 e successivamente a 36,4.

Al rialzo invece si è creata una resistenza a quota 42,46. Anche se un movimento rialzista non è da aspettarsi fino alla rottura della resistenza posta a 43,8 che potrebbe portare il prezzo fino a quota 46,53.

 

Gold

Breve rimbalzo per l’oro che in scia al forte ipervenduto è tornato sopra quota 1900, senza però arrivare a quota 1929.

Al momento mancano chiari segnali, il trend di breve rimane circa neutrale.

L’idea più valida vede l’oro testare il supporto posto a quota 1806.

Rame

Settimana volatile per il rame che è andato a testare i livelli della trendline rialzista partita a marzo.

L’oscillatore weekly è ancora in area di ipercomprato, quindi ci sono ancora spazi per una discesa delle quotazioni.

In discesa da monitorare il supporto posto a 6366, la sua rottura implica la rottura della trendline rialzista sopramenzionata, che aprirebbe la strada per un ulteriore discesa posta a 6260.

 

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.