logo
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aliquam erat volutpat. Ut wisi enim ad minim veniam, quis nostrud exerci tation.
banner
About      Faq       Contact     Shop

#forexbreakfast focus commodity (ita)

L’indice Bloomberg commodity ha chiuso la settimana leggermente in positivo, +0,2% in un clima di totale incertezza legata all’avanzare dell’epidemia nel continente europeo.

Il miglior della settimana è stato il comparto energetico +1,1% trainato principalmente dal rialzo del gas naturale USA +3,1% in previsione di un rialzo della domanda dovuta alle basse temperature attese nel Midwest. Ha chiuso quasi in parità il Brent arrivato poco sotto ai 43$/b. L’aumento della produzione libica insieme ai timori economici causati dall’epidemia hanno causato pressioni ribassiste sul prezzo che però sono state bilanciate dalla domanda cinese che rimane sostenuta, e da calo delle scorte statunitensi.

Di poco positivo il comparto dei metalli industriali +0.6% principalmente a causa della forte domanda attesa dalla Cina. Ha chiuso in ribasso invece il rame -0.5% dopo che in Cile è stato raggiunto un accordo salariale nella miniera di Escondida, la più grande del mondo. Questa notizia è andata a stemperare i timori legati a una compressione dell’offerta di rame.

Poco positivo anche il comparto agricolo +0,6%, trainato dal rialzo del grano statunitense +5,3%. Le paure legate alla produzione di Russia e Ucraina continuano a sostenerne il rialzo. In ribasso invece la soia -1,6%, e il caffè -3,9%.

Nettamente in ribasso ha chiuso invece il settore dei metalli preziosi -1,5% a causa principalmente del rialzo dei tassi reali statunitensi e dell’apprezzamento del dollaro.

 

Brent

Settimana stazionaria per il petrolio che non ha superato la resistenza posta a quota 43,80. Questo livello rimane da monitorare, in quanto un suo superamento potrebbe spingere il prezzo verso quota 46,53.

L’oscillatore giornaliero si trova tuttavia in territorio di ipercomprato, facendo prevedere possibili prese di profitto.

A ribasso invece il primo supporto da monitorare è collocato a quota 40,18, mentre successivamente si trova il più importante supporto collocato a quota 37,85.

Gold

Settimana debole per l’oro che è rimasto in prossimità di quota 1900.

Gli oscillatori a breve mostrano comunque una situazione neutrale.

Il primo livello da monitorare a rialzo è posto a quota 1975, mentre a ribasso i supporti da monitorare sono posti a quota 1823-1806.

 

Copper

Settimana in calo per il rame, dopo le notizie sull’accordo salariale. Non è riuscito a superare la resistenza posta a quota 6773.

L’oscillatore settimanale resta ancora in area di ipercomprato, identica situazione per quello giornaliero. Sarebbe lecito aspettarsi nel breve prese di profitto.

Al rialzo da monitorare vi è la resistenza posta a quota 6772, successivamente quella posta a quota 6837. Al ribasso invece il primo supporto da monitorare è collocato a quota 6366.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.