logo
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aliquam erat volutpat. Ut wisi enim ad minim veniam, quis nostrud exerci tation.
banner
About      Faq       Contact     Shop

#forexbreakfast focus forex (ita)

Tornano in rialzo le valute rifugio. In vista del peggioramento sul fronte epidemico in tutta Europa che deve far fronte a nuove restrizioni, tornano a salire le valute rifugio, dollaro e yen.

Il cambio eur/usd è calato fino a quota 1,17 anche se ad inizio settimana è tornato a testare quota 1,18.

Nel regno unito la sterlina resta soggetta alle notizie sulla brexit. La deadline del 15 ottobre è stata superata senza novità significative. I colloqui continuano mentre entrambi le parti mostrano volontà di continuare i negoziati.

 

Sul fronte valute emergenti, continua la discesa delle valute dell’est Europa. Peggior performance dell’area l’hanno fatta registrare il fiorino ungherese e lo zloty polacco che son soggetti ai danni causati dall’epidemia. Ennesima settimana in discesa per la lira turca mentre si attende il rialzo dei tassi da parte della banca centrale per giovedì.

Il sentiment di mercato si fa sentire sul cambio yuan vs dollaro, che si è apprezzato in vista della maggior tenuta dell’economia cinese sul fronte epidemico.

 

Eur/Usd

Durante la scorsa settimana il cambio è sceso verso 1,17 andando a testare la trendline partita dai minimi registrati a luglio.

Gli oscillatori settimanali segnalano perdita di forza del trend rialzista, che potrebbe accentuarsi se il cambio scendesse sotto quota 1,1661.

A rialzo un superamento di quota 1,1811 potrebbe dar vita a un nuovo movimento rialzista.

 

Eur/Gbp

La settimana si è chiusa con un leggero rialzo del cambio che però è rimasto in area 0,90-0,915.

L’oscillatore a breve segnala una situazione di ipervenduto dunque, sarebbe lecito aspettarsi un rimbalzo.

A ribasso il livello da monitorare è posto a quota 0,8872. Mentre, a rialzo è posto a quota 0,9148

 

Eur/Jpy

La moneta nipponica si è apprezzata in generale, mentre il cambio con l’euro p sceso sotto quota 124 fermandosi però sopra il supporto posto a 123,44.

L’oscillatore settimanale segnala una perdita della forza rialzista, quindi nelle prossime settimane il cambio potrebbe scendere ulteriormente.

A ribasso il livello da monitorare è collocato a quota 122,38, la cui rottura potrebbe portare il cambio fino a quota 120,70.

A rialzo la prima resistenza da monitorare è collocata a quota 125,77.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.