logo
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aliquam erat volutpat. Ut wisi enim ad minim veniam, quis nostrud exerci tation.
banner
About      Faq       Contact     Shop

#forexbreakfast focus forex (ita)

L’evento principale della scorsa settimana sono state le elezioni statunitensi che hanno portato un clima risk-on. In calo le valute rifugio, in particolare il dollaro USA e lo Yen.

Il cambio Eur/Usd ha avuto un andamento piuttosto volatile, anche se il trend settimanale era rialzista.

L’unico momento di recupero del dollaro è stato causato dagli ottimi dati sul lavoro USA.

Settimana quasi stazionaria per il cambio Eur/Gbp che è rimasto intorno a quota 0,90. La Boe ha annunciato un incremento di 150 Mld£ del QE, segnalando un pil stimato negativo per il trimestre in corso. L’ago della bilancia sembra sempre essere la brexit.

Le migliori valute della settimana sono state le commodity currency. In testa Real, corona norvegese e rand sudafricano, grazie al netto rialzo di tutte le materie prime. Settimana mista per il comparto delle valute emergenti, con ancora la lira truca come peggior valuta della settimana. Tuttavia, essa ha registrato un rialzo di oltre il 5% in seguito a nuove attese di rialzo dei tassi in seguito alla nomina del nuovo governatore.

 

Eur/Usd

È stata una settimana volatile per il cambio eur/usd. Dopo aver toccato nuovi minimi in area 1,16 ha recuperato arrivando lunedì in area 1,1880, in prossimità della trenline ribassista di lungo periodo.

Se venisse superata quella resistenza il cambio potrebbe arrivare in area 1,12011 e successivamente a 1,2066.

Al ribasso attenzione ai supporti collocati in area 1,1666 e 1,603. Successivamente vi è il supporto statico a 1,1448.

Eur/Gbp

Settimana neutra per il cambio Eur/Usd che è rimasto presso area 0,90.

Questo livello rimane di particolare importanza, un suo superamento potrebbe portare i prezzi verso area 0,8873 e 0,8711.

L’oscillatore a breve sta tendendo verso la fase di ipervenduto.

Eur/Jpy

È tornato a salire il cambio con la moneta giapponese, arrivando a inizio di questa settimana a 124.

La fase di ipervenduto sembra essere passata. Quindi rimase sott’occhio la resistenza a 125, successivamente vi sono quelle a 125,77 e 127,60.

Al ribasso invece il primo supporto è in area 122,38, mentre il successivo a 120,70.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.