logo
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aliquam erat volutpat. Ut wisi enim ad minim veniam, quis nostrud exerci tation.
banner
About      Faq       Contact     Shop

#forexbreakfast focus commodity (ita)

L’indice Bloomberg commodity ha interrotto il suo rialzo. Dopo 4 settimane consecutive, l’indice ha ceduto al ribasso per lo 0,7%, nonostante la continua debolezza del dollaro.

Miglior settore della settimana è stato quello dei preziosi, in rialzo del 3,9%. Netto cambiamento dopo tre settimane consecutive di ribasso. L’oro è tornato sopra quota 1800. Il platino è salito del 11,2% mentre l’argento del 7,1%. Sempre ricordando che il loro andamento dipende anche dal settore automobilistico.

Buona settimana anche per il comparto industriale +1,4%. Il rame ha chiuso la settimana in rialzo del 3,1%, mentre l’alluminio del 2,2%. I metalli minori invece hanno subito le prese di profitto da parte degli investitori. Record storico per il ferro a Singapore in rialzo di oltre il 14% arrivando a toccare i 140$. Grazie soprattutto alla forte domanda cinese.

Male invece il comparto energetico -2,9%. Causato principalmente dal crollo del gas naturale USA -9,5%. Il petrolio invece ha toccato i massimi da oltre 9 mesi, arrivando a sfiorare i 50 $/b. Questo nonostante la decisione dell’OPEC + si rialzare la produzione di 500.000 b/D da gennaio. E l’impegno poi di valutare mensilmente come procedere.

Chiudiamo infine con il settore agricolo in calo del 2.9%. sono arrivate prese di profitto dopo il recente clima brasiliano di piogge. Tutte le principali commodity del settore sono state interessate da vendite, in testa il caffè -5,4%, grano -5%, mais -3% e soia -2,4%

 

Brent

La scorsa settimana il clima di fiducia ha fatto arrivare il Brent quasi a quota 50 d/B. è questo il principale livello da monitorare, in quanto un suo superamento potrebbe proiettare i prezzi verso quota 56

Al ribasso il supporto da monitorare è situato a quota 46,91.

L’indicatore stocastico però segna una situazione di ipercomprato, sia sul daily che sul weekly.

Gold

La scorsa settimana l’oro ha toccato il suo minimo del periodo a quota 1762, per poi risalire sopra quota 1800. Non è riuscito però a superare quota 1848.

L’oscillatore stocastico segna una situazione di neutralità, mentre il settimanale da segni di essere in zona ipervenduto.

Rame

Il rame è in costate situazione di ipercomprato, ma nonostante questo la sua corsa sembra non arrestarsi.

Sembrano non esserci ostacoli per un raggiungimento della soglia a 8000.

Il supporto da monitorare è in zona 7469, successivamente 7190.

 

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.