logo
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aliquam erat volutpat. Ut wisi enim ad minim veniam, quis nostrud exerci tation.
banner
About      Faq       Contact     Shop

#forexbreakfast focus forex (ita)

Nella scorsa settimana è proseguito il deprezzamento del biglietto verde. Tema centrale erano le trattative per un nuovo piano fiscale. E secondo indiscrezioni le parti sarebbero vicine a un accordo per un piano da 908 MlD$. Il cambio Eur/Usd è arrivato a quota 1,2150. Continua il recupero delle oil currency che hanno beneficiato del rialzo del brent.

Sul fronte Brexit, nessuna nuova novità. Le trattative continuano in maniera serrata per trovare una soluzione entro il consiglio UE del 10-11 dicembre. Sul tema della pesca ci sarebbe un’apertura da Francia e Germania. Nel frattempo, la sterlina continua ad indebolirsi. Il cambio Eur/Gbp è tornato sopra quota 0,91.

 

Nel comparto emergente, le valute si sono apprezzate principalmente contro il dollaro. Mentre verso l’euro le performance son risultate miste. Attenzione invece sullo Zloty polacco e sul fiorino ungherese, in attesa di nuovi sviluppi sul veto posto sul recovery plan.

 

Eur/Usd

La scorsa settimana, in scia alla debolezza del dollaro, il cambio Eur/Usd ha rotto la resistenza posta a 1,2080. Gli indicatori segnalano però una situazione di ipercomprato. Questo potrebbe significare una pausa almeno nel breve termine per il movimento rialzista.

Al ribasso i livelli da monitorare sono collocati a 1,2066-1,2080 seguiti da quello a 1,1837

Eur/Gbp

In scia alle trattative sulla Brexit, la scorsa settimana il cambio Eur/Gbp ha superato la resistenza a 0,90, mentre questa mattina si è portato sopra quota 0,91. A quota 0,9162 è presenta una resistenza statica. La sua rottura potrebbe proiettare il cambio verso quota 0,9292.

Al ribasso invece da monitorare è sempre quota 0,90, seguita da 0,8873.

Eur/jpy

La scorsa settimana il cambio Eur/Jpy si è portato sopra quota 126.

L’oscillatore daily segnala un forte ipercomprato, questo potrebbe fare segnare una pausa al movimento rialzista. L’oscillatore di medio termine invece risulta in fase di neutralità.

Il supporto da monitorare rimane a quota 125,77, seguito da 123,02. Al rialzo rimangono le resistenza a 127,08 (massimo del 2020) e 129,38.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.