logo
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aliquam erat volutpat. Ut wisi enim ad minim veniam, quis nostrud exerci tation.
banner
About      Faq       Contact     Shop

#forexbreakfast focus commodity (ita)

Settimana mista per l’indice Bloomberg commodity che ha chiuso in rialzo dello 0,7%. Il forte apprezzamento del dollaro ha penalizzato le materie prime, infatti, l’unico settore in rialzo è stato quello energetico.

L’esito inaspettato della riunione OPEC+ ha indotto forti acquisti sul petrolio. Come da accordo la produzione non verrà aumenta ad aprile (solo di 150.000 b/g). L’Arabia Saudita mantiene la sua decisione di tagliare di un milione di barili la produzione. Questa mattina le quotazioni hanno toccato e superato i 70$/b dopo il fallito attacco yemenita ai danni del principale terminal saudita per l’export di petrolio.

Dopo 5 settimane consecutive di calo ha chiuso in rialzo anche il gas TTF +4,3%.

Il rialzo dei tassi statunitensi uniti al forte rialzo del dollaro hanno penalizzato il comparto dei preziosi-2%.

L’oro è sceso sotto quota 1700$. Calano anche argento -4,4% e platino -4,8%.

In Cina, le notizie su una politica meno accomodante nel 2021, insieme a cambiamenti strategici nelle industrie ad alto consumo energetico, hanno causato forti cali nel comparto dei metalli industriali -2%.

Forte crollo per il nichel -11,6%.

Cala di poco il comparto agricolo -0,3%. Soia +1,8%.

 

Brent

Dopo la riunione Opec+ il brent ha superato la resistenza a 65,5 arrivando in prossimità della resistenza a 71,15.

In caso di superamento di quest’ultima resistenza in chiusura, si aprirebbe lo spazio per la corsa a 75,6.

Il supporto a 65,5 rimane da monitorare per eventuali correzioni.

 

Oro

Continua la debolezza dell’oro dovuta principalmente al rialzo dei tassi USA. Il supporto a 1700 è stato rotto. Questo segnale pone il dubbio se sia o meno terminata la fase rialzista degli ultimi due anni.

Il primo supporto da monitorare è a 1666.

Gli indicatori sono in territorio di ipervenduto, ma senza segnali chiari.

Rame

In scia alla debolezza del comparto industriale anche il rame è tornato sotto quota 9000. Il supporto a 8805 è stato testato per poi rimbalzare. Il supporto successivo è collocato a 8100-

Lo stocastico weekly è ancora in ipercomprato, mentre il giornaliero è uscito da tale condizione.

 

Nichel

La scorsa settimana è stata rotta la trendline che vigeva da settembre 2020. Successivamente è stato rotta anche la trendline settimanale partita dai minimi 2020. Il calo si è arrestato sul supporto a 15911.

Lo stocastico daily è in ipervenduto, mentre quello weekly sta uscendo dall’ipercomprato.

Se il supporto a 15911 venisse rotto si aprirebbe lo spazio per un ulteriore discesa a 14430.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.