logo
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aliquam erat volutpat. Ut wisi enim ad minim veniam, quis nostrud exerci tation.
banner
About      Faq       Contact     Shop

#forexbreakfast focus commodity (ita)

Settimana negativa per l’indice Bloomberg commodity, che ha perso l’1,7%. A pesare sulla performance della settimana appena trascorsa, è stata la forte debolezza del comparto energetico -5,9%.

Il Brent ha chiuso segnando -6,8%. L’oro nero è stato oggetto di forti prese di profitto causando il peggior calo da ottobre. A determinare le prese di profitto sono state una serie di cause. Dai motivi tecnici, a quelli fisici dei mercati europei, asiatici e africani. Solamente venerdì c’è stato un rimbalzo delle quotazioni dovuto all’ennesimo attacco alle infrastrutture saudite. Pessima settimana anche per il gas TTF -6,4%-

Quasi neutra la settimana per il comparto agricolo che ha chiuso segnando -0,4%. Caffè cacao e cotone hanno avuto cali di oltre il 3%; mentre il mais ha guadagnato oltre il 3%.

Buona settimana per il comparto industriale in rialzo del 1,5%. Alluminio +4,4% ai massimi da ottobre 2018.

Il ferro è calato del 3,6%, in scia ai timori di un calo della domanda in Cina per il 2021.

Buona settimana per il comparto dei metalli preziosi in salita del 1,3%. Nonostante il rialzo dei tassi usa l’oro ha chiuso in rialzo per la seconda settimana consecutiva. Palladio +11,5% sulla scia del taglio della produzione da parte di Norilsk Nickel responsabile del 40% dell’output globale.

 

Brent

La scorsa settimana le numerose prese di profitto hanno spinto a ribasso le quotazioni del brent, scendendo sotto la trendline rialzista partita lo scorso novembre. Con il rimbalzo di venerdì, il brent ha chiuso sopra il supporto 63,33.

In caso questa settimana le quotazioni chiudessero sotto tale soglia, si aprirebbe la strada per area 60 e 58,98. Lo stocastico weekly segna ancora un forte ipercomprato, anche se comincia a dar segnali di normalizzazione.

Oro

Rispetto al rialzo dei tassi USA l’oro sta reggendo meglio di quanto previsto. Le quotazioni restano al di sopra di 1700. Per un segnale di forza le quotazioni dovrebbero chiudere sopra quota 1748.

In caso contrario, il rialzo di queste ultime due settimane, si presenterebbe come un rimbalzo tecnico.

Da monitorare area 1666 minimo da aprile 2020. Solo una sua rottura potrebbe comportare ulteriori discese.

Rame

Settimana di lateralità per il rame che ha oscillato intorno ad area 9000.

Da monitorare i supporti a 8674 e 8300. Al rialzo la prima resistenza da monitorare è quella a 9325 e la successiva a 9428.

 

Alluminio

Ai massimi dal 2018, la quotazione dell’alluminio è in prossimità della resistenza a 2270.

Gli indicatori, tuttavia, segnalano una possibile pausa nel movimento rialzista.

Al ribasso vi sono due supporti da monitorare, 2122 e 2046.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.