logo
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aliquam erat volutpat. Ut wisi enim ad minim veniam, quis nostrud exerci tation.
banner
About      Faq       Contact     Shop

#forexbreakfast focus commodity (ita)

Dopo un inizio abbastanza negativo, l’indice Bloomberg Commodity ha chiuso la settimana in rialzo del 1,3%.

Peggio settore della settimana è stato quello dei preziosi, che ha perso l 1,1%. Male l’oro. Argento -2,2%, platino -4,3%. Meglio il palladio in rialzo del 1%.

Miglior settore della settimana è stato quello energetico +3,3%. A trainare il comparto energetico non è stato il petrolio, ma il forte rialzo del gas naturale USA +10%. Petrolio +1%, la domanda resta forte anche se il contesto resta incerto a causa dei contagi causati dalla variante delta.

Buona settimana per il comparto industriale +0,8%. Il 29 luglio la Cina effettuerà la vendita della seconda tranche delle proprie riserve; l’ammontare è superiore alla prima, giudicato comunque basso dal mercato.

Nichel +1,6%.

Buona settimana anche per il comparto agricolo +0,5%. A trainare il comparto in territorio positivo è stato soprattutto il rialzo del caffè arabica +17,1%. Prese di profitto invece su grano -1,2%, soia -2,9% e mais -1,6%.

 

BRENT

La scorsa settimana le quotazioni del brent hanno testato la trendline ribassista di breve a 67,83, per poi rimbalzare e tornare sopra i 70$/b.

Al rialzo, la prima resistenza si trova a 75,69. Un suo superamento sarebbe un primo segnale di forza.

 

GOLD
le quotazioni sono rimaste intorno ad area 1800, con il supporto a 1791 che ha tenuto le pressioni al ribasso. Al momento i prezzi restano ancora nel triangolo indicato la settimana precedente e solo la rottura di uno dei due lati potrà dar vita a un movimento più marcato.

Al rialzo le prime resistenze sono in area 1835 e la parte alta del triangolo è a 1890.

La parte bassa del triangolo passa invece a 1750.

 

RAME

Dopo il calo di inizio settimana le quotazioni hanno recuperato. Pur restando sotto quota 9629, le quotazioni hanno rotto al rialzo la trendline ribassista partita a maggio.

Al ribasso solo la rottura del supporto a 8893 potrebbe dar vita a un movimento ribassista più marcato.

 

No Comments
Leave a Comment: