logo
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aliquam erat volutpat. Ut wisi enim ad minim veniam, quis nostrud exerci tation.
banner
About      Faq       Contact     Shop

#forexbreakfast focus forex (ita)

La scorsa settimana nei mercati valutari si è assistito ad un ritorno di forza del dollaro, avvantaggiato da un clima quasi risk-off, e dal rialzo dei tassi governativi USA.

La differenza dei tassi USA/EUR ha spinto l’eur/usd sotto quota 1,16 per la prima volta da oltre un anno.

Questa settimana ci sarà da prestare attenzione ai dati sul lavoro USA e la riunione della BCE dove probabilmente verrà annunciato una modifica al PEPP.

Settimana volatile per la Sterlina, pressata da una parte dalla crisi della logistica che sta imperversando in UK e dall’altro da 3 rialzi dei tassi annunciati dalla BoE per il 2022.

Il cambio Eur/Gbp è rimasto attorno quota 0,8550.

Settimana mista per le valute del comparto emergente. Pessima settimana per il peso cileno e messicano.

Buona settimana invece per il Rand sudafricano. Buona settimana per il real brasiliano che ha cominciato a beneficiare dell’intervento della BC.

 

EURODOLLARO

Settimana in calo per l’Eur/Usd, che ha chiuso intorno ad area 1,16, non prima però di aver raggiunto area 1,1563.

Entrambi gli oscillatori segnano una situazione di ipervenduto.

Al rialzo la prima resistenza si trova a 1,1693. Al ribasso invece resta da monitorare area 1,1563.

 

EURORANDSUDAFRICANO

Il movimento rialzista di breve è stato arginato dalla resistenza a 17,74.

Gli oscillatori segnalo forti livelli di ipercomprato.

Al rialzo da monitorare vi sono le resistenze a 17,65 e 18,25.

Al ribasso da monitorare area 16,69.

No Comments
Leave a Comment: