logo
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aliquam erat volutpat. Ut wisi enim ad minim veniam, quis nostrud exerci tation.
banner
About      Faq       Contact     Shop

#forexbreakfast focus forex (ita)

La scorsa settimana è terminata con un deprezzamento quasi generalizzato dell’Euro.

Il cambio Eur/usd è arrivato in prossimità di area 1,17 dopo la riunione della BCE e dopo il dato sul Pil USA inferiore alle attese. In chiusura venerdì è tornato in prossimità di 1,16.

Settimana volatile per la sterlina con il cambio Eur/Gbp sceso in prossimità di 0,84 e poi risalito dopo il riaccendersi delle tensioni con l’UE su Irlanda del Nord e dispute marittime con la Francia.

Attesa questa settimana la riunione Boe.

In calo anche l’Eur/Chf che sta tornando in area 1,05, con possibile intervento della BC.

Buona settimana per il dollaro canadese, dopo l’annuncio della banca centrale di interrompere il QE.

Dollaro australiano in calo verso tutte le principali valute, dopo l’annuncio della BC australiana di non voler alcun rialzo dei tassi prima del 2023.

Peggior valuta della settimana è stato il rand sudafricano, in seguito al calo dei metalli industriali.

Deboli anche le oil currency, in seguito al calo del Brent.

 

Eur/Usd

Dopo aver testato senza successo la resistenza a 1,1693, il cambio è tornato ad oscillare in area 1,16.

Se questa ultima resistenza venisse superata in chiusura questa settimana, verrebbe rotto anche il canale ribassista partito questa primavera.

Al ribasso da monitorare il supporto a 1,1530.

Eur/Gbp

Dopo aver rotto la resistenza a 0,8486, il cambio ha chiuso la settimana sotto 0,8461. Le quotazioni restano ancora nel canale laterale in essere dai primi mesi dell’anno.

Primi supporti da monitorare sono in area 0,8426/0,84.

 

 

No Comments
Leave a Comment: