logo
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aliquam erat volutpat. Ut wisi enim ad minim veniam, quis nostrud exerci tation.
banner
About      Faq       Contact     Shop

#forexbreakfast focus forex (ita)

La scorsa settimana abbiamo assistito ad un apprezzamento quasi generalizzato del dollaro.

Il cambio Eur/Usd ha rotto il supporto a 1,1515. Il differenziale tra i tassi USA/EUR di è ampliato dopo i dati sull’inflazione USA superiori alle attese, che si è attestata su un 6,2%.

Torna ad apprezzarsi anche la sterlina, sulle attese di un aumento dei tassi per il 2022.

Il dato del terzo trimestre del Pil ha deluso le attese. Attesi per questa settimana i dati su inflazione e mercato del lavoro.

Ottima settimana per il Real, nonostante l’approvazione della legge che consente una maggiore spesa fiscale. Dopo l’inflazione maggiore delle attese, ci si aspetta un rialzo dei tassi.

Dopo un rialzo di 25pb, chiude in deprezzamento il peso messicano.

In calo fiorino ungherese, lira turca e rublo.

 

Euro/Dollaro.

Dopo aver rotto il supporto a 1,1515, il cambio ha aggiornata i nuovi minimi dell’anno a 1,1514.

Gli oscillatori sono in ipervenduto. Sono presenti divergenze che aumentano la probabilità di un rimbalzo.

Da monitorare al ribasso il supporto a 1,1450 che se rotto aprirebbe la strada vero 1,1241.

Euro/Sterlina

Lieve calo per il cambio Eur/Gbp che ha toccato il supporto a 0,8520, restando comunque all’interno del canale laterale.

Gli oscillatori danno indicazioni contrastanti. Probabile una pausa nel movimento rialzista.

Al ribasso da monitorare 0,8475 e 0,8414.

Al rialzo le resistenze da monitorare sono a 0,8591 e 0,8718.

Euro/Real

La scorsa settimana il cambio Eur/Brl ha toccato quota 6,17, annullando il rialzo del mese precedente.

L’oscillatore daily si trova in ipervenduto.

I supporti da monitorare sono a 6,19 e 5,85.

Al rialzo da monitorare 6,45 e 6,75.

 

No Comments
Leave a Comment: